Definizioni Italiano

un

  • agg. num. card. Primo numero della serie naturale, senza distinzione di genere e di numero: pagina uno, uscita uno, capitolo uno, ingresso uno il numero uno ║ Eccezionalmente al femm. in indicazioni orarie: pranzare alle (ore) una sono andato a dormire alle (ore) una ║ In fila per uno , in fila indiana │ Contare per uno , per una sola o un’intera persona: il bambino conta per uno.
  • Come agg., presenta la distinzione in masch. e femm.: un anno e sei mesi una settimana e due giorni ║ Sempre come agg., indica quantità minima o numero esiguo: ho visto appena una o due macchine │ In frasi negative individua quanto è minimo o quasi nullo: non ho un euro │ Seguito da ‘solo’,‘unico’ e dall’avv.‘soltanto’ acquista un rafforzamento di sign.: ne prendo uno solo sarebbe bastato un unico gesto rimase soltanto un giorno │ Senza questi rafforzamenti, significa ‘uno solo’: non ho che un amico ║ Tutt’uno , una cosa sola: Andrea e Bianca erano tutt’uno vederlo e prenderlo fu tutt’uno.
  • Come s.f., sottintende ‘vicenda’ o ‘storia’: me ne è capitata una! ve ne racconto una.
  • pron. indef. La forma più semplice equivalente a ‘un tale’:è venuto uno dell’assicurazione se uno vuole, può farlo uno di quei tipi che non si dimenticano ║ Con valore correlativo si oppone ad altro : uno o l’altro per me è lo stesso ║ Con valore recipr.: si aiutavano l’un l’altro.
  • Come art. indeterm., anteposto a un sost. lo determina come un elemento qls. del suo genere: urtò contro un albero un giorno venne da me ║ Riferito a numeri dà un valore approssimativo: ci vorrà una mezz’ora ci sarà un cinquanta chilometri.