Definizioni Italiano

  • (FIS). Forza di gravità: la forza che deve essere equilibrata per mantenere un corpo in quiete rispetto alla Terra; risulta dall’attrazione gravitazionale terrestre e dalla forza centrifuga dovuta alla rotazione della Terra; i pesi che due corpi hanno in uno stesso luogo si confrontano mediante la bilancia estens. In quanto valore determinabile numericamente o misura adottata nelle operazioni commerciali: controllare il p. del bambino prima e dopo la poppata vendere, comprare a p.(SPORT). Criterio relativo all’assegnazione a determinate categorie in alcune discipline: p. piuma, p. medio, p. massimo , nel pugilato P. specifico assoluto (o p. unitario ), di una sostanza, il rapporto fra peso e volume di una certa quantità di sostanza P. specifico (relativo ), di una sostanza, il rapporto fra il peso di una certa quantità di sostanza e quello di un egual volume di una sostanza di riferimento (acqua distillata a 4°C, e talvolta, per gli aeriformi, aria secca a parità di temperatura e pressione) P. atomico (o molecolare ), lo stesso, ma meno propr., che massa atomica, massa molecolare (vedi massa) P. equivalente , il numero delle parti in massa di una sostanza capaci di combinarsi o di sostituirsi a 1, 008 parti in massa di idrogeno (valore numericamente uguale al suo peso atomico); equivalente chimico P. formula , la somma dei pesi atomici degli elementi che formano una sostanza, ricavabile dalla sua formula minima P. lordo , il peso della merce compreso l’imballaggio P. netto , il peso della sola merce A p. d’oro , a proposito di oggetti di scambio di grande valore: pagare a p. d’oro.
  • estens. Carico: c’è troppo p. sul carro Di p., sollevando completamente da terra: prendere, portare di p. P. morto , corpo che per la sua immobilità e la sua inerzia sembra ancora più pesante (fig., di persona priva di volontà che riesce solo d’ingombro ai compagni di lavoro o di attività).
  • fig. Senso di pesantezza: avere un p. sullo stomaco Togliersi un p. dallo stomaco , liberarsi da un motivo di preoccupazione.
  • fig. Motivo di grosso impegno, obbligo, disagio (materiale o morale) o di molestia: sostenere il p. della famiglia avere un p. sulla coscienza Esser di p. a qcn.(o essere un p. per qcn.), essere un impiccio, arrecare fastidi o preoccupazioni.
  • fig. Importanza:è un uomo che ha ancora un certo p. nell’azienda non bisogna dar p. alle chiacchiere.
  • concr. Qls. ente od oggetto materiale in quanto determinato fisicamente dal peso Massa che si rende stabilmente o provvisoriamente funzionale col proprio peso: mettere un p. dietro la porta perché il vento non la chiuda il p. della lenza Avere due pesi e due misure , a proposito di persona parziale, non obiettiva nel formulare i propri giudizi.
  • (SPORT). Nell’atletica leggera, attrezzo metallico di forma sferica del peso di kg 7, 257 (4 kg per le gare femminili), di cui l’atleta esegue il getto: lancio (o getto ) del p. Attrezzo (per lo più in forma di manubrio) usato nelle prove di sollevamento.