Definizioni Italiano

  • Impegno assiduo e diligente nel perseguire un proposito, nel praticare un’attività o nel provvedere a qcn. o a qcs.: dedicare ogni c. alla famiglia lavorare con c. aver c. del pollaio ║ Riguardo, attenzione: trattare un ospite con tutte le c. aver c. di sé║ Accuratezza: lavoro fatto con c.║ L’oggetto del proprio impegno: non ha altra c. che lo studio ║ Amministrazione: la c. del patrimonio ║(RELIG). C. d’anime , il ministero del parroco.
  • (MED). Terapia: la c. della tubercolosi c. dimagrante ║ L’opera prestata dal medico a un ammalato: aver qcn. in c.(o sotto c.) ║ C. preventiva , profilassi │ Casa di c., clinica, sanatorio.
  • lett. Pensiero molesto o tormentoso, affanno, angoscia.
  • Fare oggetto delle proprie cure: c. la famiglia c. i propri affari anche tr. pron.: curarsi le unghie.
  • Organizzare o gestire in virtù di determinate competenze: c. una mostra ║ Fare in modo: curerò che lui non sappia nulla dell’accaduto ║(RELIG). C. le anime , del sacerdote, occuparsi dei fedeli.
  • (EDIT). Preparare una pubblicazione in modo che riproduca il più fedelmente possibile il testo originale: c. l’edizione di un testo.
  • Tenere in considerazione: non curava le critiche dei suoi detrattori.
  • (MED). Sottoporre alle terapie necessarie: c. un malato c. una malattia anche tr. pron.: curarsi il fegato ║ estens. Assistere: la figlia lo ha curato amorosamente fino all’ultimo.
  • fig. Cercare di correggere: c. i propri difetti.
  • rifl. Prestare attenzione al proprio aspetto ║ Aver cura della propria salute.
  • intr. pron. Prendersi cura, occuparsi: c. dei figli, del proprio avvenire ║ Badare, fare caso,: non curarti di quello che dicono ║ Degnarsi: non si è mai curato di darmi una risposta.