Definizioni Italiano

  • Il luogo da cui si estraggono materiali utili per vari impieghi: c. di marmo, di torba , ecc.
  • fig. Simbolo di straordinaria abbondanza o disponibilità: una c. di denaro.
  • Tirare fuori a forza o con arte: c. un dente a un paziente c. le mani di tasca anche tr. pron.: cavarsi il sangue cavarsi i soldi dal portafoglio ║ C. gli occhi a qcn., accecarlo │ C. le parole di bocca a qcn., faticare per farlo parlare │ C. sangue da una rapa , pretendere da qcn. quello che non è in grado di dare │ Non c. un ragno dal buco , non concludere nulla │ Cavarsi un dente , risolvere un problema spinoso.
  • Levarsi di dosso un indumento: c. il cappello anche tr. pron.: cavarsi le scarpe.
  • fig. Ricavare: quanto vino riesci a c. dal tuo vigneto?
  • Come tr. pron., soddisfare un desiderio: cavarsi una voglia ║ Cavarsela , uscire da una situazione di pericolo; superare alla meglio una prova; anche, essere abili o capaci in un’attività: come te la cavi a tennis? in inglese (o con l’inglese ) me la cavo.
  • agg. Che presenta una concavità all’esterno o uno spazio vuoto all’interno ║(ANAT). Vena c.(o la cava s.f.), ciascuna delle due grosse vene che convogliano all’atrio destro del cuore il sangue proveniente dai vari organi e tessuti.
  • s.m. Concavità presentata da una superficie: il c. della mano ║(ANAT). Cavità: c. orale.
  • Grossa corda formata da più fili di canapa, metallici o di altro materiale, intrecciati fra loro.
  • (ELETTR). Conduttore elettrico per la trasmissione dell’energia elettrica o per comunicazioni telefoniche o telegrafiche.