Definizioni Italiano

  • (ECON). Eccedenza tra il valore nominale e quello effettivo o di cambio della moneta legale di uno stato.
  • Piccolo vantaggio che il venditore accorda al compratore.
  • Percentuale riconosciuta agli esattori di enti pubblici.