Definizioni Italiano

  • Percorso, spec. ferroviario: la t. Roma-Orte.
  • Commercio illecito ║ T. degli schiavi , dei neri , commercio, traffico, mercato dei neri sottoposti a schiavitù che venivano trasportati da un territorio all’altro, spec. per via di mare │ T. delle bianche , reclutamento di donne e loro trasferimento in altri stati, allo scopo di sfruttarne la prostituzione.
  • (FIN). Tipo di cambiale che anziché costituire una promessa di pagamento (come la cambiale vera e propria) costituisce un ordine di pagamento.
  • Muovere qcs. trascinandolo o esercitando una forza di trazione; tirare, trascinare: t. una barca a riva ║ T. qcn. d’impaccio , liberarlo da una situazione imbarazzante o difficile │ T. in inganno , ingannare, imbrogliare │ T. in errore , far sbagliare │ T. in salvo , mettere in salvo, salvare.
  • Tirare fuori, estrarre: t. la spada dal fodero.
  • Ottenere una cosa da un’altra attraverso un determinato processo, spec. di derivazione o di estrazione; derivare, ricavare: t. un film da un romanzo; t. vantaggio da una situazione.
  • fig. Ottenere uno spunto, un’idea, ecc. con il ragionamento e la riflessione; dedurre, desumere: da tali premesse è facile t. le conclusioni.
  • non com. Riferito a voci, suoni, ecc., far uscire, mandare fuori, emettere: t. un sospiro.
  • (FIN). mettere in circolazione; emettere: t. un assegno.
  • Seguito da avverbio o loc. avv. di luogo, muoversi in una data direzione, spostarsi: si trasse indietro.
  • Venire fuori da una situazione negativa, liberarsi: t. dai guai.
  • Prendere in esame un determinato argomento per scritto o a voce, affrontare; svolgere, sviluppare.
  • Discutere di qcs. con qcn., spec. per raggiungere un accordo; negoziare: t. l’armistizio con i nemici t. il prezzo di un oggetto con il venditore.
  • Avere rapporti o contatti con qcn., spec. dal punto di vista professionale: un’azienda che tratta anche il mercato estero ║ Avere un determinato atteggiamento e comportamento nei confronti di qcn.: scusa se ti ho trattato male mi ha trattato come un estraneo.
  • (TECN). Lavorare un materiale, sottoporlo a determinate tecniche di lavorazione oppure a trattamenti fisici o chimici: t. il ferro a caldo.
  • (MED). Curare una malattia, un sintomo, un malanno con un determinato rimedio: t. una polmonite con gli antibiotici ║ Sottoporre una parte del corpo all’azione di cosmetici.
  • (aus. avere ). Avere qcs. come argomento, come soggetto; occuparsi: di cosa trattava il film?
  • (aus. avere ). Avere rapporti, contatti con qcn.: mi rifiuto di t. con quell’antipatico.
  • (aus. avere ). Svolgere trattative con qcn. per raggiungere un accordo; contrattare: il sindacato tratterà con l’azienda per il rinnovo del contratto.
  • (aus. essere ). Con uso impers., nella forma trattarsi , per indicare l’oggetto su cui converge l’interesse in un determinato momento: si tratta di una cosa importante a questo punto si tratta di scoprire il colpevole.
  • rifl. Avere un determinato atteggiamento o comportamento verso sé stessi: mi piace trattarmi bene.
  • rifl. recipr. Assumere un dato comportamento nei confronti l’uno dell’altro: si trattano da veri fratelli.
  • Linea tracciata con un unico e rapido movimento: cancellare con un t. di penna lo disegnò in pochi tr. ║(ART). Disegno a t., in cui l’effetto di chiaroscuro è reso mediante nette e nitide linee │ A grandi t., per sommi capi, a grandi linee, in modo sommario, essenziale: descrisse l’episodio a grandi tratti.
  • (LING). Lineetta: t. di divisione, di unione.
  • fig.(per lo più al pl.). Lineamenti: tratti del volto ha i t. molto marcati ║ estens. Caratteristica: i t. più notevoli del suo carattere.