Definizioni Italiano

  • Collocare nella terra un seme, un germoglio o una piantina giovane perché attecchisca, germogli e si sviluppi: p. un seme, una talea p. un olivo, una vite ║ Destinare a una determinata coltivazione: p. un terreno a frutteto, a meli.
  • estens. Introdurre qcs. in una superficie: p. un chiodo nel muro p. la bandiera ║ Conficcare: gli piantò un pugnale nel petto.
  • Porre, collocare saldamente in un luogo; piazzare: p. una tenda ║ P. le tende , fermarsi, stabilirsi definitivamente o per lungo tempo in un luogo: ha piantato le tende in casa nostra │ P. una grana , p. grane , sollevare questioni spiacevoli, creare fastidiose complicazioni.
  • fig. Far restare qcn. da solo in un luogo allontanandosi bruscamente o scortesemente; lasciare: aveva fretta e mi ha piantato lì al bar ║ Abbandonare, interrompendo risolutamente una relazione: è stato piantato dalla ragazza ║ Riferito a un’attività o a una professione, interrompere bruscamente: ha piantato il lavoro e se n’è andato in Sudamerica ║ P. in asso qcn., abbandonarlo improvvisamente, senza spiegazioni │ P. baracca e burattini , abbandonare del tutto ciò che si era intrapreso.
  • fig. Nella forma piantarla , cessare di fare qcs.; smetterla, finirla: piantala!, come invito perentorio a smettere di dare fastidio.
  • rifl. Fermarsi in un luogo: s’è piantato davanti a me e non mi faceva passare.
  • intr. pron. Di veicoli, bloccarsi; impantanarsi: il veicolo si è piantato nella neve ║ fam. Di macchina o congegno, smettere di funzionare: il computer si è piantato.
  • rifl. recipr. Di persone, lasciarsi, interrompendo bruscamente una relazione; mollarsi.