Definizioni Italiano

  • Qls. esercizio, singolo o collettivo, cui si dedichino bambini o adulti per passatempo o svago: giochi all’aperto, infantili, di società ║ Un g. da ragazzi , cosa estremamente facile a farsi │ G. di parole , doppio senso fondato sul contrasto di significato fra vocaboli, o simili.
  • (SPORT). Attività o competizione sportiva a squadre: il g. del calcio ║ G. olimpici , tutte le gare che si disputano nelle Olimpiadi.
  • Gara fra due o più persone, regolata da norme convenzionali e il cui esito dipende dall’abilità o dalla fortuna: il g. della dama, del poker il g. del lotto ║ G. d’azzardo , in cui la posta è costituita da somme di denaro │ Mettere in g., versare come posta (fig., arrischiare: ha messo in g. il proprio onore ) │ Essere in g., correre un rischio, un pericolo estremo: è in g. la nostra vita.
  • Il complesso delle convenzioni e delle tecniche che devono essere utilizzate dai giocatori nell’ambito di una competizione: g. d’attacco, di squadra ║ Conoscere il g., le regole del g., sapersi muovere all’interno di una situazione intricata e complessa.
  • La combinazione delle carte di cui dispone ogni giocatore in relazione alla probabilità di vincere ║ Avere buon g., carte favorevoli (fig., molte probabilità di successo) │ Fare il g. di qcn., agire, consapevolmente o no, nel suo interesse │ Far g., giovare │ Far buon viso a cattivo g., rassegnarsi, almeno esteriormente, a una situazione sfavorevole │ Fare il doppio g., in una contesa, parteggiare per ambedue gli avversari in modo da trovarsi sempre dalla parte del vincitore.
  • fig. Situazione complessa e intricata: un g. che può finire male ║ Entrare in g., intervenire in modo più o meno determinante.
  • fig. Scherzo, burla: prendersi g. di qcn., beffarlo ║ Finzione: è stato tutto un g.
  • (TECN). Il movimento interno di un meccanismo o di più organi collegati: il g. dello stantuffo ║(MECC). Lo spazio lasciato in fase di lavorazione fra due pezzi per consentire il loro funzionale movimento.
  • Piacevole effetto artificiale fondato sul contrasto e sul movimento: giochi di luce, d’acqua.
  • Dedicarsi a un gioco, singolo o collettivo, per ricreazione o passatempo: g. a nascondino; g. con le bambole, con le costruzioni ║ estens. Trastullarsi, gingillarsi: non g. con le cose di papà ║ fig. Esporre qcs. con leggerezza a gravi rischi; trattare senza rispetto: g. con la propria vita, con la salute con certi valori morali non si deve g. ║ G. con le parole , fare allusioni, doppi sensi │ G. con i sentimenti , sfruttare con cinismo l’affetto altrui.
  • Prendere parte, insieme con altri, a un gioco, a uno sport: g. a carte, a scacchi g. a tennis g. a calcio con i compagni di scuola ║ Usufruire del proprio turno in un gioco collettivo, avere la mano: gioco io per primo ║ G. a carte scoperte , lasciando che l’avversario le veda (fig., agire senza misteri o riguardi).
  • (SPORT). Disputare un incontro, una gara: il Milan ha giocato ieri domenica la Juventus giocherà contro la Roma ║ G. in casa , in trasferta (o fuori casa ), sul proprio terreno di gioco o su quello della squadra avversaria (fig., agire in particolari condizioni di vantaggio o di svantaggio).
  • Praticare giochi d’azzardo o di fortuna: g. ai cavalli, al lotto ║ G. in borsa , speculare sui rialzi e i ribassi dei valori e delle società quotate │ G. d’azzardo , quando la posta è costituita da somme di denaro anche notevoli.
  • fig. Approfittare di qcs., sfruttarla per raggiungere i propri scopi: gioca sul fatto che ormai tutti si fidano di lui.
  • fig. Essere determinante, contare: qui gioca l’ambizione ║ G. a favore , a sfavore , operare a vantaggio, a svantaggio.
  • fig. Sfruttare determinati mezzi anche poco ortodossi, quando quelli diretti siano insufficienti: g. d’ingegno, d’astuzia.
  • Affrontare una competizione, disputare: g. una bella partita g. la finale.
  • Nei giochi di carte, mettere in gioco, calare: g. una briscola ║ G. l’ultima carta , tentare un’ultima possibilità │ G. tutte le proprie carte , sfruttare tutte le proprie possibilità, tutti i propri mezzi.
  • Mettere come posta nel gioco o su una scommessa: g. una grossa somma anche tr. pron.: mi sono giocato 100 euro sul cavallo vincente ║ Giocarsi il tutto per tutto , rischiare tutto in un ultimo tentativo │ Giocarsi la camicia , scommettere fino all’ultimo soldo │ Giocarsi la testa , essere assolutamente certo: mi gioco la testa che arriverà in ritardo │ Giocarsi il posto , la vita , rischiare di perdere qcs., o perderlo, per eccessiva leggerezza nel modo di comportarsi.
  • fig. Prendere in giro: si accorse di essere stato giocato ║ G. un brutto scherzo , un brutto tiro , fare qcs. di scorretto.